Fronteggiare l’ansia con successo

La chiave per interrompere uno stato di ansia è accettarlo completamente. Rimanere nel presente e accettare la vostra ansia la fa scomparire. Per trattare con successo l’ansia, potere usare la seguente strategia in 5 fasi messa a punto dal padre fondatore della psicoterapia cognitiva Aaron T. Beck. Usando questa strategia, riuscirete ad accettare l’ansia fino a che non ci sarà più.

1. Accettate l’ansia. Nei dizionari “accettare” è definito come “dare il consenso a ricevere”. Acconsentite a ricevere la vostra ansia. Datele il benvenuto. Dite: “Salve” ad alta voce o a voi stessi quando appare. Dite: “L’accetterò con piacere”.

Decidete di accettare l’esperienza . Non combattetela. Sostituite il rifiuto, la collera e l’odio con l’accettazione. Resistendo, ne prolungate gli aspetti spiacevoli. Invece, lasciatela fluire. Non rendetela responsabile di come pensate, sentite, e agite.

2. Osservate la vostra ansia. Guardatela senza giudizio – né buono, né cattivo. Non guardatela come un ospite indesiderato. Invece, valutatela in una scala da 0 a 10 e osservatela salire e scendere. Siate con il vostro sé che osserva e guardate i livelli massimi e minimi della vostra ansia. Siate distaccati. Ricordate, non siete la vostra ansia. Più separate voi stessi dall’esperienza, più potete osservarla.

Guardate i pensieri, le sensazioni e le azioni come se foste un astante amichevole ma non troppo interessato. Dissociate il vostro sé di base dall’ansia. In breve, siate nello stato d’ansia, ma non fatevene travolgere.

3. Agite con l’ansia. Normalizzate la situazione. Agite come se non foste ansiosi. Funzionate con essa. Rallentate se dovete, ma continuate ad andare. Respirate lentamente e normalmente.

Se fuggite dalla situazione, l’ansia si abbasserà ma la paura salirà. Se resistete, sia l’ansia che la paura si abbasseranno.

4. Ripetete le fasi. Continuate a (1) accettare la vostra ansia, (2) osservarla, e (3) agire con essa fino a che si abbasserà a un livello confortevole. E sarà così, se continuerete ad accettarla, osservarla e accompagnarla. Continuate a ripetere queste tre fasi: accettare, osservare, e accompagnare.

5. Aspettatevi il meglio. Ciò che più temete raramente accade. Tuttavia, non siate sorpresi la prossima volta che avete ansia. Invece, sorprendete voi stessi col vostro modo di trattarla. Finchè siete vivi avrete ansia. Liberatevi dalla convinzione magica di aver sconfitto l’ansia per sempre. Aspettandovi l’ansia in futuro, state mettendovi in una buona posizione per accettarla quando verrà di nuovo.

Bibliografia:  Aaron T. Beck, Gary Emery (1988). L’ansia e le fobie. Una prospettiva cognitiva. Roma: Astrolabio.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *